Batterio killer: dopo il Veneto,  due decessi in Emilia-Romagna

Batterio killer: dopo il Veneto, due decessi in Emilia-Romagna

Assessore, segnalati al ministero altri due casi sospetti


 In Emilia-Romagna ci sono stati due decessi accertati causati dall'infezione da Micobatterio Chimera. Per altri due casi sospetti sono in corso verifiche, mentre per un centinaio di cartelle, su 134, l'indagine deve partire. È l'esito a ieri, secondo quanto riportato dal Corriere di Bologna, dei controlli avviati dalla Regione in seguito alla richiesta da parte del ministero della Salute che vuole individuare tutte le persone infettate tra il 2010 e il 2018 dal batterio responsabile della morte di un anestesista vicentino, deceduto il 2 novembre, e per la cui infezione sono in corso accertamenti su altri casi sospetti in Veneto.
    "Abbiamo due casi di decesso causato dall'infezione di quel batterio, avvenuti al Salus Hospital di Reggio Emilia, casi che abbiamo segnalato al ministero della Salute quest'estate - spiega al Corriere bolognese l'assessore alla Sanità dell'Emilia-Romagna Sergio Venturi -, su altri due casi sospetti sono in corso le verifiche".(ANSA).
   

Leggi su www.ansa.it