Giornata alienazione parentale, per Lilap è duplice omicidio

Giornata alienazione parentale, per Lilap è duplice omicidio

Onlus, colpisce sia genitore che bimbo


In occasione della giornata mondiale contro l'abuso dell'Alienazione Parentale, domani 25 aprile, la onlus Lilap torna a chiedere che "diventi urgentemente un reato tipico di gravità pari all'omicidio, dal momento che di fatto è un duplice omicidio: l'omicidio di identità di un genitore sano e perbene (che spesso a causa di ciò perde la vita realmente) e l'omicidio della persona equilibrata e felice che il bambino alienato sarebbe diventato da adulto".

Lo afferma la Presidente Irma Capece Minutolo che sottolinea come "un ex bambino alienato quasi sempre assume da adulto personalità narcisista perchè è stato obbligato dietro maltrattamenti fisici e psichici veri da parte dell'alienante e della sua famiglia a considerare le persone come oggetti di cui disfarsi non appena reputati inutili, partendo dalla metà di sè stesso ovvero suo padre o sua madre".

L'Alienazione Parentale, rileva Capece Minutolo, è "ora riconosciuta anche dall'OMS nonchè dalla Cassazione a Sezioni Unite - che come sappiamo è legge - la quale ha imposto ai Magistrati di accertarla secondo la loro normale diligenza ai primissimi sintomi". In questo momento sto collaborando con il Presidente della Rete dei Comitati delle Pari Opportunità della Regione Campania, Avv. Luigi Riccitiello, ad un grande evento istituzionale per le Pari Opportunità che si svolgerà entro giugno, in quanto i genitori alienati sono discriminati quotidianamente nei nostri Tribunali, conclude il presidente.

Leggi su www.ansa.it