Sanità: 5x1000, Burlo raccoglie quasi 600 mila euro


(ANSA) - TRIESTE, 11 GIU - Terapie antitumorali, tecniche di fertilizzazione in vitro e acquisto di macchinari volti a ottimizzare le procedure diagnostiche di tumori e malattie rare, sono resi possibili grazie agli oltre 500.000 euro ricevuti con le donazioni del 5x1000 2018. Protagonista è l'Irccs materno infantile "Burlo Garofolo" che ha raccolto 593.327 euro da 13.096 contribuenti. Con questa scelta, che può essere fatta al momento della dichiarazione dei redditi, l'Istituto ha potuto, e può continuare a investire in progetti di ricerca per migliorare la salute dei più piccoli e delle donne.
    È in corso uno studio volto a capire quali siano i parametri di riferimento ecografici della vena cava inferiore dei neonati.
    Questo progetto è particolarmente significativo in quanto per i nati prematuri o di basso peso, potrebbe essere necessario il posizionamento di un catetere venoso ombelicale per fornire cure rianimatorie immediate, supporto nutrizionale e terapie antibiotiche.
    Per quanto riguarda la ricerca in ambito genetico invece, è in corso uno studio suLla genetica dei sensi e sulle patologie derivate. Ad esempio, si stanno ricercando mutazioni genetiche responsabili della perdita dell'udito e geni olfattivi coinvolti nella preferenza dei diversi cibi. Sfruttare questi geni come bersagli per modulare la scelta e l'assunzione degli alimenti rappresenta un approccio innovativo per sconfiggere sovrappeso e obesità. (ANSA).
   

Leggi su www.ansa.it