Coronavirus: sviluppato un vaccino somministrato dal naso

Coronavirus: sviluppato un vaccino somministrato dal naso

Risultati positivi dalla ricerca condotta ora sulle cavie


(ANSA) - ROMA, 24 AGO - La lotta al Covid potrebbe passare dal naso. Gli studiosi della Washington University hanno sviluppato un vaccino che prende di mira il virus Sars-Cov-2, che può essere somministrato in una dose in via nasale e che, sui topi, ha dimostrato la sua efficacia nel prevenire l'infezione. In uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Cell hanno dimostrato gli effetti avuti sulle cavie.
    I ricercatori hanno dimostrato che la via di somministrazione nasale ha creato una forte risposta immunitaria in tutto il corpo, ed è stato particolarmente efficace nel naso e nel tratto respiratorio, impedendo che l'infezione prendesse piede nel resto del corpo. "Gli adenovirus sono la base per molti vaccini sperimentali per Covid-19 e altre malattie infettive, come il virus Ebola e la tubercolosi, e hanno buoni risultati di sicurezza ed efficacia, ma non sono state fatte molte ricerche sulla somministrazione nasale di questi vaccini", ha detto il co-autore senior David T. Curiel. I ricercatori hanno confrontato questo vaccino somministrato ai topi confrontandolo con quello fatto attraverso l'iniezione intramuscolare.
    L'iniezione ha indotto una risposta immunitaria che ha prevenuto la polmonite ma non ha prevenuto l'infezione nel naso e nei polmoni. Questo vaccino, secondo gli studiosi, potrebbe ridurre la gravità del Covid-19, ma non bloccherebbe completamente l'infezione né impedirebbe agli infetti di diffondere il virus.
    Al contrario, spiegano ancora i ricercatori, la via di somministrazione nasale ha impedito l'infezione sia nel tratto respiratorio superiore sia in quello inferiore (naso e polmoni): chi è stato vaccinato in questo modo non avrebbe diffuso il virus o sviluppato infezioni in altre parti del corpo.(ANSA).
   

Leggi su www.ansa.it