Ogni anno 172mila casi tumori testa-collo, una campagna

Ogni anno 172mila casi tumori testa-collo, una campagna

Videoconsulti gratuiti dal 21 settembre al 9 ottobre


(ANSA) - ROMA, 09 SET - Non prenderla alla leggera, un controllo può salvarti la vita. Questo il messaggio della campagna Make Sense, un invito a non sottovalutare i tumori della testa e del collo e a sottoporsi ai controlli. Anche per questa edizione l'iniziativa in Italia è promossa dall'Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica (Aiocc) in occasione della Make Sense Campaign 2020, la campagna europea di sensibilizzazione sui tumori. Dal 21 settembre al 9 ottobre diversi centri specializzati da Nord a Sud hanno messo a disposizione video consulti online. Su www.tienilatestasulcollo.aiocc.it, si potrà compilare un questionario anonimo. Al termine, se necessario ricorrere al video consulto, da prenotare direttamente tramite un link indirizzato ad una piattaforma dedicata. Infine si verrà invitati a recarsi presso un centro specializzato. Se identificate agli stadi iniziali, e in assenza di interessamento linfonodale, le neoplasie hanno tassi di guarigione che vanno dall'80 al 100%. Un controllo tempestivo specialistico diventa quindi l'unico strumento in grado di sconfiggere questi tumori che ogni anno vedono circa 172.000 nuovi casi diagnosticati, con una schiacciante maggioranza negli uomini (131.000). Aiocc evidenzia che purtroppo nonostante il 24% circa dei nuovi casi di tumore testa collo venga diagnosticato in pazienti di età superiore ai 70 anni si è riscontrato un recente aumento tra le persone più giovani, dovuto probabilmente alla connessione tra HPV e tumori testa collo.Infine, ben il 75% dei tumori di testa e collo sono causati da fumo e alcol."I sintomi - sottolinea il professor Valentino Valentini, presidente Aiocc- sono comuni ad altre patologie, per questo vengono spesso confusi con normali manifestazioni quali: gonfiore al collo, mal di gola, bruciore o lesioni nel cavo orale, raucedine, deglutizione dolorosa e fastidiosa e conseguente malnutrizione e dimagrimento, naso chiuso da una narice o sanguinamento dal naso, mal d'orecchie.
    In presenza di uno di questi sintomi per almeno tre settimane, non bisogna perdere tempo". (ANSA).
   

Leggi su www.ansa.it