Sottopeso e obesi hanno una peggiore qualità dello sperma

Sottopeso e obesi hanno una peggiore qualità dello sperma

A dirlo è uno studio argentino sulla fertilità maschile


(ANSA) - ROMA, 16 SET - Sia essere sottopeso sia l'obesità patologica influiscono sulla qualità degli spermatozoi. A dirlo è uno studio dell'Università nazionale di Cordoba, in Argentina, che ha analizzato i dati di oltre 20 mila pazienti per mettere in relazione l'indice di massa corporea con l'insorgenza di patologie che possono riguardare il seme. Finora, spiegano gli studiosi, la ricerca aveva confermato come un alto indice di massa corporea avesse un'influenza negativa nella salute riproduttiva, ma l'intervallo di adiposità ottimale per il potenziale di fertilità non era mai stato determinato. "Abbiamo notato che la letteratura ha leggermente esagerato l'effetto dell'Indice di massa corporea sulla qualità dello sperma - spiega Ana Carolina Martini, ricercatrice che ha preso parte allo studio - Abbiamo letto articoli che affermavano categoricamente che il sovrappeso avesse un impatto negativo, e anche che alcuni gradi di obesità non causavano danni significativi. Quando siamo riusciti a raccogliere un gran numero di casi, abbiamo notato che l'obesità patologica negli uomini, con un indice di massa corporea superiore a 40, ha avuto un marcato effetto negativo sulla qualità dello sperma". È stata notata una maggiore oligozoospermia e teratozoospermia (dunque, pochi spermatozoi o spermatozoi malformati) nei gruppi con basso peso e obesità patologica. L'astenozoospermia (dunque, gli spermatozoi 'pigri') è più frequente tra i patologicamente obesi. Chi ha una obesità patologica ha un tasso 2,15 volte maggiore di probabilità di soffrire di oligozoospermia rispetto a un paziente normopeso. (ANSA).
   

Leggi su www.ansa.it