Covid: intelligenza artificiale scova infetti grazie a Gps

Covid: intelligenza artificiale scova infetti grazie a Gps

Utilizzando dati smartphone possibile capire chi è più a rischio


Una app basata sull'intelligenza artificiale può individuare le persone a rischio di essere infettate dal Sars-Cov-2, anche se asintomatiche, sulla base dei dati del Gps dello smartphone, permettendo di mettere in quarantena solo chi è davvero a rischio. Il sistema è stato messo a punto dall'università di Amburgo e dall'azienda privata Synergies Intelligent Systems ed è descritto su Scientific Reports, e secondo gli ideatori potrebbe ridurre il numero di persone quarantenate del 94%.

L'algoritmo, sviluppato a partire dai dati di una città in Cina che non 'è stata rivelata, integra gli spostamenti della persona con quelli del 'mondo reale', dalle transazioni elettroniche alle immagini delle videocamere, per valutare quanto a lungo e in quante occasioni una persona è stata vicina a un'altra. Il sistema etichetta le persone in base allo status nei confronti della malattia in 'suscettibile', 'quarantenato', 'esposto', 'infetto', 'ricoverato' e 'guarito', e può essere integrato anche da informazioni 'personali' come l'abitudine di indossare una mscherina o di lavarsi le mani. "A partire da queste etichette - spiega Shangching Liu, uno degli autori - usiamo il nostro modello interattivo per capire che cosa potrebbe succedere a una persona e a quelle che la circondano".
    (ANSA).
   

Leggi su www.ansa.it