Suicidio assistito: Mario diffida azienda sanitaria Marche

Suicidio assistito: Mario diffida azienda sanitaria Marche

Per mancata verifica farmaco letale,dopo l'ok del Comitato etico


(ANSA) - ANCONA, 26 NOV - Dopo aver ottenuto il parere favorevole del Comitato Etico sulla presenza dei 4 requisiti per l'accesso al suicidio assistito, Mario, 43 anni, malato tetraplegico marchigiano, ha diffidato nuovamente la Asur (Azienda Sanitaria Unica Regionale) Marche, perché inadempiente in merito alle dovute verifiche sul farmaco letale. Lo comunica l'Associazione Luca Coscioni. Questo è, infatti, l'ultimo passaggio da effettuare, si spiega, prima di poter accedere legalmente alla morte medicalmente assistita, secondo l'iter stabilito dalla sentenza Cappato/Antoniani della Corte costituzionale. No comment da parte del'Asur e della Regione, l'assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini fa sapere di avere chiesto una parere all'Avvocatura regionale. (ANSA).
   

Leggi su www.ansa.it