Colite ulcerosa, ok da Commissione Ue a nuovo farmaco

Colite ulcerosa, ok da Commissione Ue a nuovo farmaco

In Europa in 3 milioni con malattie infiammatorie intestinali


(ANSA) - ROMA, 01 DIC - La Commissione europea ha autorizzato l'indicazione di un farmaco, l'ozanimod, per trattare i pazienti più critici di colite ulcerosa (in fase moderata o severa), che hanno avuto una risposta inadeguata alle terapie convenzionali.
    Il medicinale è il primo modulatore orale del recettore della sfingosina 1-fosfato approvato per questa malattia, e rappresenta una nuova opportunità per trattarla.
    "Con l'approvazione di ozanimod per la colite ulcerosa da parte della Commissione Europea, pazienti e medici hanno ora a disposizione un'opzione terapeutica orale da assumere una volta al giorno per aiutare ad affrontare questa malattia invalidante, con un profilo di efficacia e di sicurezza dimostrato e con un meccanismo di azione diverso dalle altre terapie disponibili", dichiara Jonathan Sadeh, senior vice president di Immunology and Fibrosis Development, di Bristol Myers Squibb, società che produce il farmaco.
    L'approvazione si basa sui dati di True North, uno studio di Fase 3. Nei pazienti trattati con ozanimod sono stati osservati diminuzione del sanguinamento nel retto e della frequenza delle evacuazioni già alla seconda settimana.
    "In Europa, più di 3 milioni di persone sono colpite da una malattia infiammatoria intestinale come la colite ulcerosa, che rappresenta una forma problematica e spesso invalidante" sostiene Luisa Avedano, Ceo di European Federation of Crohn's & Ulcerative Colitis Associations. "Sono soddisfatta - aggiunge - perché abbiamo a disposizione una nuova opzione terapeutica orale per i pazienti e i loro caregiver nella gestione dei sintomi di una malattia che può avere un impatto così pesante sulla qualità di vita". (ANSA).
   

Leggi su www.ansa.it