Tumori: Nel 2020 in 15mila curati con radioterapia radicale

Tumori: Nel 2020 in 15mila curati con radioterapia radicale

Indagine di Airo su 4 forme di cancro


    Nel 2020 i pazienti che hanno ricevuto un trattamento di radioterapia per eliminare completamente un tumore sono stati oltre 15.000: circa la metà (48%) per il tumore della prostata, il 21% per i tumori testa-collo, il 9% per il tumore della cervice uterina e il tumore del polmone non a piccole cellule (22%). A dirlo è un'indagine promossa da Airo, l'Associazione italiana di radioterapia e oncologia clinica, su 104 centri italiani. Sono stati circa 100.000 i pazienti sottoposti a radioterapia lo scorso anno, di cui 47.044 al Nord, 34.686 al Centro e 18.014 al Sud. Ma dall'indagine emerge anche che non tutti i centri lavorano in modo interdisciplinare.
    "L'indagine conoscitiva si è focalizzata su quattro tumori: prostata, testa-collo, cervice uterina e polmone non a piccole cellule - spiega Vittorio Donato, presidente di Airo e capo dipartimento oncologia e medicine specialistiche, direttore della divisione di radioterapia, dell'Azienda ospedaliera San Camillo-Forlanini di Roma - I dati emersi, alcuni dei quali ancora in fase di elaborazione, sono molto incoraggianti, in quanto l'indagine è stata condotta durante l'anno di massima acuzie della pandemia Covid-19 anche per valutare quanto e come la radioterapia ha risposto alle esigenze dei pazienti oncologici in un periodo critico per i reparti di oncologia".
    "Per molti tumori la radioterapia costituisce una valida alternativa all'intervento chirurgico e per altri ancora rappresenta l'unica possibilità di cura. La radioterapia è una disciplina in continua, direi straordinaria, evoluzione", dice Cinzia Iotti, direttore Sc di radioterapia oncologica Ausl-Irccs di Reggio Emilia e presidente eletto Airo Secondo l'indagine, i centri che sono in grado di somministrare autonomamente, all'interno del reparto di radioterapia, la chemioterapia in concomitanza alla radioterapia sono solo il 40% del totale di quelli che hanno risposto e si tratta in prevalenza di strutture universitarie e grandi strutture ospedaliere.Nello specifico sono stati 3.258 i pazienti con un tumore testa-collo trattati a scopo radicale. Il tumore della prostata è il grande protagonista dei trattamenti radioterapici negli ultimi anni. Sono 7.364 i casi di tumore prostatico trattati a scopo curativo. Sono 1.345 i pazienti sottoposti a radioterapia radicale per tumori della cervice uterina, con utilizzo di brachiterapia di completamento o radioterapia di contatto.I pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule sottoposti a radioterapia radicale sono stati invece 3.623.
    
   

Leggi su www.ansa.it