«Perché si dice 33?» La medicina spiegata ai bambini


Ci sono domande che noi adulti diamo per scontate. Perché magari le risposte le sappiamo bene, oppure facciamo finta di saperle.

Il libro Perché si dice 33 (Editoriale Scienza, 2017) è stato scritto a quattro mani da Federico Taddia e Andrea Grignolino. Il primo è un giornalista, il secondo insegna Storia della medicina all’Università La Sapienza di Roma.

Il format ricorda quello di un’intervista, domanda e risposta. Ma gli argomenti sono quelli che possono catturare l’attenzione e la curiosità dei bambini e dei ragazzi.

Che cos’è un vaccino? Perché l’aerosol è così noioso? Perché una mela al giorno toglie il medico di torno? Sono solo pochi esempi degli argomenti trattati.

Il volume si può leggere dall’inizio alla fine, come un romanzo zeppo di cose curiose. Oppure saltellando tra le pagine, leggendo le domande che interessano di più.