Covid: Pregliasco,variante indiana ha due mutazioni su Spike

Covid: Pregliasco,variante indiana ha due mutazioni su Spike

Rendono più facile inserimento nell'organismo, ci piace poco


(ANSA) - ROMA, 26 APR - La variante indiana del Sars-CoV-2 "di sicuro ci piace poco perché ha due mutazioni nella proteina Spike, che rendono più facile l'inserimento all'interno dell'organismo". Lo ha spiegato Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università Statale di Milano, intervenendo ad Agorà su Rai 3 che sottolinea come in merito a questa variante "siano necessarie altre valutazioni".
    "Da un lato - ha precisato - bisognerà capire se e quanto è più contagiosa rispetto al virus originale, come sembra, e poi servirà chiarire se sfugge ai vaccini". Sembra comunque, "da uno studio israeliano che il vaccino Pfizer protegga almeno in parte". Anche per questo, la scelta di bloccare gli ingressi dall'India, ha detto, "è una scelta precauzionale che condivido alla luce della situazione epidemiologica indiana, che vede in questa recrudescenza terribile di Covid-19 in un contesto caratterizzato anche da difficoltà organizzative".
    Quanto alla situazione epidemiologica italiana, ad oggi "è buona, sono oltre 5 settimane che i dati sono in riduzione, ma purtroppo ancora sono tanti i decessi e abbiamo ancora tante persone positive circa 500.000, molte delle quali magari stanno bene ma possono contagiare gli altri". Per questo, ha concluso Pregliasco, "le riaperture erano auspicate ma io temo che un prezzo da pagare lo avremo e sarà un rialzo del numero dei casi, anche se non sarà immediato". (ANSA).
   

Leggi su www.ansa.it