Mille azioni oltre la sclerosi multipla,31 maggio evento web

Mille azioni oltre la sclerosi multipla,31 maggio evento web

Battaglia (Fism), istituzioni collaborino per l'Agenda 2025


(ANSA) - ROMA, 28 MAG - Mille azioni oltre la sclerosi multipla. Questo il titolo dell'evento web organizzato dall'Associazione Italiana Sclerosi Multipla (Aism) per il 31 maggio, appuntamento culmine di una fitta serie di iniziative che accompagnerà tutta la settimana, dedicata a questa malattia particolarmente invalidante che colpisce circa 130mila persone in Italia, spesso giovani.
    L'evento, contrassegnato dall'hashtag #1000azionioltrelaSM, sarà trasmesso in diretta streaming sui social Aism e anche dal canale Ansa.it. Cuore della giornata sarà la presentazione dei dati del Barometro della Sclerosi Multipla 2021. Ma sarà anche l'occasione per lanciare un appello per la costruzione dell'Agenda 2025. "Alla fine di un percorso svolto con le istituzione dal 2015 al 2020, l'appello che facciamo ora a tutti gli stakeholder è quello di lavorare insieme per costruire una mappa delle priorità delle persone con sclerosi multipla verso il 2025, ovvero un percorso per cambiare la vita di questi pazienti e delle loro famiglie", spiega Mario Alberto Battaglia, presidente della Fondazione italiana Sclerosi multipla (Fism).
    Questo percorso dovrà essere all'insegna di tre parole chiave, precisa Battaglia: "la prima è corresponsabilità, perché solo insieme si affrontano i problemi; la seconda è innovazione, nella ricerca come nell'inclusione, perché non si può tornare indietro dopo la pandemia; la terza parola chiave è sostenibilità". Il 31 maggio queste istanze saranno portate all'attenzione delle massime istituzioni e dei quattro i ministri che sono stati chiamati a partecipare all'evento in diretta web: il ministro della Salute Roberto Speranza, la ministra per le disabilità Erika Stefani, la ministra dell'università e della ricerca Maria Cristina Messa, il ministro del lavoro e delle politiche sociali Andrea Orlando.
    (ANSA).
   

Leggi su www.ansa.it